Domande e Risposte sulla contraccezione

Metodo contraccettivo

Quale metodo contraccettivo è quello giusto per me?

Abbiamo cercato di dare una risposta ponderata a questa domanda con alcune indicazioni e valutazioni di quelli che dovrebbero essere, almeno secondo noi, alcuni aspetti fondamentali di stile di vita ed esigenze di cui la donna e la coppia, quindi anche tu, dovresti tenere conto per scegliere in autonomia il metodo o il mezzo con il quale intendi praticare la contraccezione.
Naturalmente, dovrebbe essere sempre buona norma, dopo essersi informati, consultare anche il proprio medico e/o ginecologo di fiducia per una conferma finale...

  • Innanzitutto vogliamo definire cosa intendiamo quando parliamo di contraccezione:
    Tutti i mezzi utilizzati e tutti i metodi naturali e non, attuati volontariamente per prevenire la fecondazione, entrano in questo spettro (la parola „Contraccezione“ stessa lo indica: „contro(a)“ la „concezione“). È utile conoscere anche i sinonimi più utilizzati che hanno lo stesso significato: „contraccettivo“, „anticoncezionale“, „antifecondativo“.
  • In secondo luogo è importante farsi un’idea di tutte le possibilità di mezzi e metodi contraccettivi che il mercato e più ampiamente la società di oggi ci offre. Questi metodi si distinguono l’uno dall’altro non solo dall’impatto che possono avere sulla salute di chi ne fa uso, ma anche dalla loro più o meno elevata sicurezza contraccettiva.
    Per una panoramica di queste possibilità rimandiamo alla seguente pagina: metodi contraccettivi, naturali e chimici a confronto
  • Al fine di poterti aiutare "in coscienza" nella scelta e fare in modo che tua sia pienamente soddisfatta del metodo adottato, ti vorremmo invitare a fare delle riflessioni sulla tua situazione attuale tenendo in considerazione alcuni fattori.
    in questo momento:
    • Hai un partner fisso con il quale riesci a parlare apertamente di sesso e contraccezione. Se in questa relazione stabile puoi escludere la presenza di infezioni sessualmente trasmissibili - questo accade dopo i primi 3 massimo 6 mesi di rapporti protetti con il preservativo, e dopo che sia tu che tuo partner vi siete sottoposti ad una visita medica e ai test di laboratorio con esito negativo puoi scegliere di usare o un metodo contraccettivo ormonale o la contraccezione naturale per inibire o evitare una gravidanza. Se opti per un metodo senza effetti collaterali ti consigliamo di visitare questa pagina del nostro sito in cui vengono presentati degli strumenti tecnologici all’avanguardia che garantiscono la stessa affidabilità contraccettiva dei contraccettivi ormonali vedi
    • Le tue relazioni non sono stabili e ti capita di cambiare spesso partner.
      Ti consigliamo vivamente di usare sempre dei metodi di barriera =preservativo) che ti proteggano da malattie sessualmente trasmissibili. Sono assolutamente da evitare rapporti non protetti da profilattico.
      Tante donne con più relazioni non stabili usano sia il preservativo che la pillola in maniera combinata per avere una protezione sia da malattie sessualmente trasmissibili che da „incidenti di percorso“ e quindi gravidanze indesiderate. In più possono anche „pilotare l’arrivo del flusso mestruale“.
      In questo caso è però importante che tu sia cosciente, del fatto che si tratta di un farmaco potente con effetti collaterali più o meno gravi e che è fondamentale consultare un ginecologo e fare delle analisi preventive attenendosi scrupolosamente a quanto richiesto vedi l' articolo della dottoressa Panozzo.
    • Se opti per la contraccezione ormonale, a prescindere da quale metodo sia, è comunque per te importante capire che l’assunzione della pillola o di un ormone non ha la funzione di regolarizzare un ciclo irregolare ma, semmai, si sostituisce ad esso (“coprendo” così l’irregolarità), imponendo al tuo corpo un ritmo coatto. Al momento della sospensione dell’assunzione dell’ormone l’irregolarità sarà probabilmente uguale o addirittura più accentuata. (fonte: http://www.fondazionegraziottin.org/it/scheda.php/La-contraccezione-ormonale-puo-regolarizzare-il-ciclo-?EW_CHILD=18316 )
    • Se, invece, il rispetto per il tuo corpo ha per te priorità, sei contraria all’assunzione di farmaci, sei propensa ad usare uno strumento di controllo della tua fertilità, conscia del fatto che il ciclo irregolare impone l’indicazione di un maggior numero di giorni rossi nei quali non puoi avere rapporti completi senza protezione (e che ovviamente in tal caso vale la sicurezza contraccettiva del metodo di barriera usato), che ti garantisca, però, nei giorni riconosciuti come non fertili (verdi) un’affidabilità del 99,3% puoi scegliere, per la contraccezione naturale, tra Pearly o Lady-Comp basic.
      Se invece ti interessa anche un monitoraggio della tua ovulazione e del tuo equilibrio ormonale (anche in prospettiva di una eventuale futura gravidanza) tra Lady-Comp o Lady-Comp baby (vedi: Prodotti Pearly e LadyComp a confronto)
      Infatti gli strumenti possono essere usati anche in caso di ciclo irregolare.

      A proposito di ciclo irregolare se vuoi fare delle riflessioni su quali potrebbe esserne le ragioni all’origine, ti consigliamo di leggere quanto riportato negli articoli pubblicati nel blog.babycomp.it con la chiave di ricerca: disturbi del ciclo.

      Ovviamente nel caso in cui intendessi, nella tua vita, operare dei cambiamenti di abitudini che potrebbero essere stati determinanti per l’irregolarità del tuo ciclo (alimentazione, stress fisici, psichici, emotivi…) oppure intraprendere cure di supporti di medicina naturale Lady-Comp e Lady-Comp baby diventano importanti strumenti di controllo e verifica dell’efficacia degli interventi fatti.
  • Per un certo periodo hai già assunto la pillola o un altro metodo chimico (cerotto, anello, spirale medicata, ormoni iniettabili …) che ti ha provocato degli effetti collaterali insopportabili oppure stai cercando un’alternativa che non sia invasiva e che non abbia effetti collaterali, dovresti sapere che oltre ai metodi naturali „manuali“ (come la PNF) che richiedono un lungo periodo di apprendimento nel quale il rischio di una gravidanza non desiderata è alto, esistono oggi degli strumenti tecnologici all’avanguardia di controllo della tua fertilità quotidiana che ti garantiscono, nei giorni riconosciuti come non fertili, un’affidabilità del 99,3%,
    per approfondimenti consulta questa pagina di presentazione degli apparecchi Pearly e Lady-Comp
  • Anche se in questo periodo tu non dovessi essere attiva sessualmente, e quindi non ti interessa la problematica della contraccezione, ti potrebbe comunque tornare utile ricevere più informazioni possibili inerenti il tuo ciclo e la tua femminilità (vedi gli argomenti di questo sito e quelli del Blog: blog.babycomp.it) per essere maggiormente consapevole delle dinamiche misteriose che rendono la donna un essere in perenne contatto con i ritmi della natura e che le dona sicurezza, autostima e tranquillità.
    La stessa tranquillità ti potrebbe aiutare ad apprezzare di più le caratteristiche del tuo essere femmina, per entrare in relazione con il maschile ad un altro livello.
  • Importante: il coito interrotto non è un metodo contraccettivo.
Vedi anche la tabella comparativa di tutti i metodi contraccettivi normalmente utilizzati