Domande e VIDEO-Risposte sulla contraccezione

Ladycomp, come può essere così sicuro?

Se LadyComp sostituisce
i metodi Ogino Knaus e della temperatura basale
come può essere così sicuro?

Una cosa essenziale da comprendere è che, nel caso degli apparecchi Pearly e LadyComp la misurazione della temperatura basale, è solo uno dei criteri di analisi utilizzati dal software per la definizione della fertilità giornaliera della donna.

Pearly e LadyComp fanno molto di più:

  • grazie all’utilizzo di appositi termistori, la temperatura basale, rilevata in modo sublinguale in soli 30-60 secondi, ha una precisione al centesimo di grado C°.
    In quanto Dispositivi Medici certificati vengono scartati dalla produzione termistori con temperature che si scostano di +/- 0,05 C° dalla media.
  • calcolano le medie delle temperature delle diverse fasi del ciclo (pre – post- e ovulatoria) e attraverso un processo di comparazione (cioè nelle analisi giornaliere fanno sempre die controlli a paragone di quelli che sono gli altri dati storici della utilizzatrice) quindi riescono a riconoscere gli errori di misurazione.
  • considerano la finestra fertile del ciclo di 7 giorni: 5 giorni prima dell’ovulazione (è provato che gli spermatozoi, in presenza di muco fertile nella donna, mantengono una capacità fecondativa massima di 120 ore), 1 giorno per l’ovulazione e 1 giorno successivo (nel caso in cui vi fosse una doppia ovulazione).
      Quindi – proprio per garantire una sicurezza contraccettiva del 99,3% – almeno 5 giorni prima dell’ovulazione indicano rosso.
  • in fase pre-ovulatoria (all’inizio del ciclo, subito dopo la mestruazione) per determinare l’inizio della finestra fertile del ciclo, l’apparecchio esegue dei calcoli bio-matematici (matematici, statistici con algoritmi) basandosi sui dati della donna che ha a disposizione. 
    Ecco perchè, per le analisi, in questa fase del ciclo, la mole di dati immessi nell’apparecchio è importante affinché l’apparecchio capisca fino a che punto può spingersi con l’indicazione di verde (non fertile). 
    Gli apparecchi sono programmati per mantenersi sempre sul sicuro e, quindi, piuttosto che indicare un verde (non fertile) errato indicano un giorno rosso (potenzialmente fertile) in più.
  • Utilizzata da sola, l’analisi della temperatura basale, sarebbe insufficiente per raggiungere l’affidabilità e la sicurezza del 99.3% (Indice Pearl 0,7), che garantiscono Pearly e, LadyComp.